Foto, video, parole, suoni. Storie. Questo è quello che vogliamo da te. Qui.

Scommettiamo che anche tu hai qualcosa da dire?

.. Crea account login
......
..
17

Inserita da

, il

30.03.12
Un nome che deve ancora arrivare...

Margherita non é il mio nome, bensì quello di mia figlia, che nascerà tra pochi mesi.
È difficile per me raccontare ciò che sto attraversando, ossia i mesi più belli della mia vita.
Sono sempre stata una persona discreta, che passa spesso innosservata, quasi troppo.
Sono la persona media per eccellenza, e questo nel passato mi ha fatto dubitare della mia originalità.
Ora che sono una persona adulta mi rendo conto che dal momento che ogni persona é unica, ogniuno é originale, a proprio modo. Quindi a volte mi sento speciale proprio perché sono una persona normalissima: sono stonata, odio la pioggia, adoro l'odore della neve.
Chissà come sarà Margherita?
Me lo chiedo continuamente. Me la immagino adolescente, con i capelli rosa cordinati alla gomma da masticare.Oppure adulta, una super donna in carriera sempre indaffarata....
Fantasticare é bellissimo, ma realtà é ancora più bella: sto per diventare mamma!
Ho scelto il nome Margherita perché alla festa del mio dodicesimo compleanno la mia migliore amica mi regalò il poster di uno dei quadri più famosi di Klimt, quello in cui sono raffigurati una madre e una figlia. Mi disse che me l'aveva regalato perché la madre aveva tra i capelli delle margherite, il mio fiore preferito. Ero rimasta molto affascinata sia dalla sua dolce affermazione che dall'immagine, così intensamente poetica.
Ora riguardando il quadro ho dei dubbi riguardo alla natura di quei fiori, ma non importa.
Il vecchio poster, un po' segnato dal tempo, é già appeso nella nuova stanza di Margherità e le darà il benvenuto. Non vedo l'ora che nasca, sentirò di essere la persona più speciale del mondo!

..
Pubblica una storia e vinci!